Pri la projekto

DAL LOCALE AL GLOBALE, le nuove sfide per il volontariatologotipo de Elloke-Tutmonden

Lo scopo principale del progetto, nel quale sono coinvolte 6 associazioni di volontariato europee, è quello di rendere più capaci e più professionali i membri di queste associazioni onde permettere loro di svolgere una proficua attività nel quadro delle similari associazioni non governative, in particolare quelle a livello locale.

L’idea di progetto è nata dalla constatazione che spesso i volontari mettono a disposizione molte energie e tanta buona volontà, ma spesso mancano di professionalità, talvolta le capacità reali degli attivisti non coincidono con quelle veramente necessarie per far funzionare in modo ottimale un’associazione o realizzare un progetto (problema relativo alla disomogeneità nelle capacità).

Per raggiungere gli scopi prefissati, è stato concordato di realizzare sei incontri internazionali ognuno con un seminario di istruzione specifico. Gli incontri devono essere collegati ad uno dei seguenti temi, utili per chi lavora prevalentemente su scala locale:

  • uso efficace dei mezzi forniti dalla rete Internet per una buona comunicazione,
  • gestione delle risorse umane e motivazione dei collaboratori,
  • gestione dei mezzi finanziari e relative fonti di finanziamento,
  • organizzazione di eventi culturali locali, manifestazioni varie,
  • collaborazione con le amministrazioni territoriali e con centri di istruzione,
  • gestione del proprio tempo e delle risorse.

Le organizzazioni partner di “Dal locale al globale, …����� sono:

1. Il primo seminario a Trieste (25-31 di ottobre 2013).

L’incontro è stato organizzato ed ospitato dall’Associazione esperantista triestina (Italia).

In questo incontro, due sono state le fasi principali:

1) Esame e discussione del progetto, la pianificazione e la gestione delle varie fasi: l’incontro iniziale è cominciato con un riassunto e l’analisi del progetto, si è parlato dei prodotti e si sono decise le seguenti tappe progettuali:

  • Francia: Tolosa/Auzeville (febbraio 2014)
  • Regno Unito (Scozia): Pitlochry (giugno 2014), collegato in parallelo al 1° congresso celtico ed a quello scozzese
  • Lituania: Visaginas (agosto 2014), collegato in parallelo al Festival culturale Viva Vento 2014
  • Polonia: Białystok (dicembre 2014), collegato in parallelo con le 15e Giornate Zamenhofiane
  • Italia: Vercelli e provincia (aprile 2015), collegato in parallelo al Festival internazionale giovanile 2015

2) Seminario d’istruzione per un utilizzo efficace di Internet e delle reti sociali per le organizzazioni di volontariato non governative: istruzioni ed esercitazioni di parecchi mezzi del WEB, durante le quali sono state previste sessioni pratiche con lo scopo di utilizzare subito le nozioni apprese, hanno aiutato ed aiuteranno a rendere più efficace il funzionamento generale del parternariato sotto molti punti di vista e raggiungere così un’azione comune più forte e stabile di dimensioni internazionali.

A seguire, un seminario d’istruzione “Giornate carsiche autunnali 2013”, un evento nel quale sono stati coinvolti i partecipanti del seminario principale. Complessivamente hanno partecipato c.ca 30 persone, permettendo così la valorizzazione e conoscenza del nostro progetto anche al di fuori del parternariato.

Leggi la relazione sull’incontro e guarda il video realizzato.

2) ll secondo Seminario di istruzione, organizzato e ospitato da EUROKKA Esperanto Rok-Asocio (Francia), si è svolto ad Auzeville/Tolosa – Francia, nelle giornate dal 20 al 24 di febbraio 2014.

Durante questo Incontro, il Seminario si è svolto come segue:

1) Sessione sul tema principale: Gestione delle risorse umane, Gestione di gruppi di volontari: svolto sotto la guida dell’insegnante professionista Cyrille Hurstel, questo Seminario ha affrontato parecchi temi, che hanno permesso ai partecipanti di esaminare i problemi relativi alla gestione, alle procedure per il raggiungimento degli scopi prefissati, nonché gli strumenti per una buona pianificazione e per prevenire i conflitti sia a livello di gruppo che personale.

2) Sessione sul tema secondario: Organizzazione di uno spettacolo in occasione di un evento culturale internazionale. Questa parte di programma è stata diretta da Floréal Martorell (EUROKKA) e dal musicista Mélaine Desnos, con la partecipazione del gruppo musicale lituano Sepa&Asorti (Visaginas Esperanto-Klub “Espero”) ed ha permesso di acquisire le conoscenze di base ed il metodo organizzativo per la buona riuscita di uno spettacolo pubblico. Una dimostrazione pratica, in un luogo dove si tengono manifestazioni musicali, ha reso possibile apprendere quali tecnologie di base sono necessarie ed assistere alle prove acustiche in occasione del concerto vero e proprio, con la partecipazione del cantante francese JOMO (Jean-Marie Leclerq) e del gruppo musicale lituano Sepa&Asorti.

3) Valutazione generale sul progresso del progetto fino a questo momento, sui risultati raggiunti e sulle prossime tappe della sua realizzazione.

Leggi la relazione sull’incontro e guarda il relativo video.

3) Il terzo Incontro e relativo Seminario di istruzione, organizzato e ospitato dall’Associazione esperantista Scozzese si e’ svolto a Pitlochry – Regno Unito (Scozia), nelle giornate dal 7 al 9 di giugno 2014.

Una buona parte dell’incontro è stata dedicata alla discussione ed alla preparazione del rapporto di “mezzo-periodo”. Questo ha comportato una fase di valutazione dettagliata sull’evoluzione del progetto, una pianificazione dei passi successivi e più precisi piani per la realizzazione e valorizzazione dei prodotti e risultati finali previsti nel progetto. I partner hanno discusso l’opportunità di mettere a disposizione degli interessati tutti i materiali realizzati appostandoli in Internet in pagine dedicate. Questa possibilità potrà dare una visibilità mondiale al progetto e consentire la libera consultazione ed utilizzazione dei prodotti principali dei seminari anche dopo la loro conclusione.

L’incontro/seminario è stato collegato al 109° Congresso scozzese ed al 1° Congresso Panceltico dei cultori della lingua internazionale Esperanto, svoltisi dal 6 all�����11 di giugno 2014, una manifestazione internazionale alla quale hanno partecipato all’incirca 70 persone provenienti da 14 paesi diversi. Questa circostanza, utilizzata per il terzo incontro/seminario di questo progetto, è stata un ottimo valore aggiunto ed ha reso possibile la promozione e una maggiore conoscenza dei programmi europei e del Parternariato Grundtvig, anche da parte di molti tra i congressisti impegnati in organizzazioni similari.

I partecipanti hanno avuto la possibilità, oltrechè di imparare molte cose di grande importanza per future attività, anche di godere del ricco programma culturale offerto dall’evento, nonché di fare la conoscenza con la cultura, le tradizioni, ed in generale vivere un’esperienza interculturale molto interessante. E questo è stato un ulteriore grande apporto per l’arricchimento personale di tutti.

Leggi la relazione sull’incontro e guarda il relativo video.

4) Quarto Seminario di istruzione, organizzato e ospitato dal Club esperantista di Visaginas „Espero”, nelle giornate dal 27 al 29 di agosto 2014.

A Visaginas il ��tema è stato: Eventi locali, organizzazione e realizzazione. Hanno partecipato 5 partner e parecchi lituani di varie città. ed ha occupato tre giorni pieni. L’atmosfera è stata magnifica e tutti hanno passato bene le tre giornate, piene di un programma con vari punti su temi che solo apparentemente si possono considerare scollegati, ma che al contrario presentavano come in modi diversi di organizzare, preparare e realizzare un evento locale.

La parte essenziale del seminario è stata l���approccio alla cultura tradizionale lituana ; il programma è incominciato con un incontro dedicato ad uno strumento musicale, l’organo, che ci è stato presentato e fatto vedere il funzionamento da una specialista di questo strumento. In occasione di importanti eventi locali anche religiosi, l’organo ed i cantanti svolgono un ruolo notevole per cui è opportuno pianificare attentamente gli interventi di questo tipo, la loro durata e l’adattamento alle varie circostanze. Subito dopo abbiamo fatto una visita presso un mulino che lavora ancora alla vecchia maniera, in modo artigianale, e fornisce farina ai contadini. Poi abbiamo imparato a preparare il pane secondo una ricetta della tradizione e quindi a confezionare un dolce per le festività, che viene cotto sulla brace.

Abbiamo visitato il Centro culturale della città, dove la Direttrice ci ha presentato la città, i suoi abitanti, l’attività culturale. In questo centro abbiamo incontrato il gruppo folkloristico di canti e danze di origine bielorussa. Nell’organizzazione di un evento locale, è importante la partecipazione dei gruppi musicali delle minorane etniche della città, tra l’altro molto utile per favorire l’integrazione delle persone di lingua e culture diverse. I partecipanti presso il Centro hanno imparato anche a fare delle bambole tradizionali.

L’ultimo punto importante del programma è stato quello che prevedeva l’organizzazione di un evento spettacolo locale. Ogni anno a Visaginas il Gruppo esperantista organizza a fine agosto, assieme alle autorità cittadine un grande appuntamento musicale “Viva Vento”, quasi a celebrazione della fine dell’estate. I partner hanno partecipato in molte delle fasi di preparazione e sono stati rappresentati sul palcoscenico da gruppi musicali di Polonia, Francia e Visaginas, che hanno presentato le proprie musiche davanti ad un pubblico di parecchie centinaia di persone. Sul Festival e i suoi partecipanti del nostro progetto Grundtvig, la televisione locale ha parlato molto.

Leggi la relazione sull’incontro e guarda i video realizzati.

5) Quinto seminario organizzato da Bialostockie Towarzystwo Esperantistow / Gruppo Esperantista di Białystok: a BIAŁYSTOK – POLONIA, collegato alle Giornate Zamenhofiane, nelle giornate dal 9 al 14 dicembre 2014

In Polonia, immediatamente prima delle Giornate Zamehofiane di Bialystokm pià di una ventina di colleghi provenienti da Italia, Francia, Lituania, Polonia e Scozia sono stati ospiti per il Seminario. Il tema del convegno è stato: Collaborazione con le Autorità e istituzioni locali, per la quale la città ha una lunga e ricca esperienza.

Il primo appuntamento è stato presso l’Amministrazione comunale, dove la rappresentante del Sindaco ha raccontato come Bialystok sostiene le organizzazioni non governative locali. Ne è seguito un dibattito su pratiche simili nelle città degli altri partner.

Siamo stati ospiti anche del Centro Ludivico Zamenhof, la cui direttrice Anna Talarczyk ci ha parlato del funzionamento del Centro e della sua attività multiculturale e collaborazione con le Istituzioni locali e le ONG. Si è fatto visita anche alla Biblioteca esperantista, facente parte del Centro, la cui storia ed attività ci �� stata illustrata dalla sua responsabile Elżbieta Karczewska. Essa ci ha pure raccontato come, dal niente ma grazie ad una proficua collaborazione, il 94° Congresso mondiale di esperanto a Bialystok è stato un grandissimo successo.

Un grande contributo all’incontro è stata la relazione di Bożena Bednarek, Presidente della Federazione tra le ONG di Bialystok, che ha centrato l’attenzione sugli ostacoli reali sorti nel lavoro di volontariato in Podlachia.

Gli ospiti hanno pure passeggiato tra la Bialystok invernale seguendo l’itinerario esperantista ed hanno visitato la cittadina di Supraśl, il cui monastero e museo delle icone ortodosse ha potuto fornire un panorama di straordinaria atmosfera nella Podlachia di confine.

Leggi la relazione sull’incontro e guarda i relativi video.

6) Sesto seminario: VERCELLI – ITALIA organizzato dal Gruppo Esperantista Vercellese “Mario Sola” – Verĉela Esperanto-Grupo “Mario Sola” nelle giornate dal 28 al 31 marzo 2015.

Il sesto ed ultimo incontro tra tutti i partner si è svolto nella città italiana di Vercelli, nelle giornate dal 28 al 31 marzo 2015. L’ospitante è stato il Gruppo Esperantista Vercellese “Mario Sola” ed il tema scelto riguardava la gestione delle risorse e motivazioni, questa volta non dedicata ad un gruppo, ma trattata da un punto di vista individuale. E’ stato curato da una specialista, Elisa Vola, perfetta professionista che è riuscita a coinvolgere tutti i partner nelle molte tecniche e metodologie per fronteggiate i tanti problemi che si presentano nella realizzazione di un progetto.

Leggi la relazione sull’incontro e guarda i video realizzati.

7) Due incontri bilaterali: visita degli Scozzesi a Visaginas e dei Polacchi in Scozia.

Nel giugno 2015 5 rappresentati dell’Associazione esperantista di Bialystok, che non aveva partecipato all’incontro di parternariato di Pitlochry, hanno fatto visita all’Associazione esperantista di Scozia in occasione del suo congresso annuale nelle giornate dal 5 al 7 di giugno 2015. Leggi la relazione su questo incontro.

Nello stesso mese, due membri dell’organizzazione scozzese hanno fatto visita alla citta lituana di Visaginas. Leggi la relazione su questo incontro.

8) Lille, Francia.

Al di fuori degli ufficiali sei seminari si è ritenuto opportuno e molto interessante presentare in generale i progetti Grundtvig dell’Unione Europea e in modo più dettagliato alcuni di questi organizzati nel periodo 2013-2015.

Il 100° Congresso mondiale di Esperanto, al quale hanno partecipato più di 2600 persone da 81 paesi, è stato considerato dai nostri gruppi di parternariato come un’occasione del tutto speciale da non perdere per far conoscere nel modo più ampio i nostri seminari Grundtvig. Questo congresso ha rilievo mondiale e ciò che viene presentato in questo evento, gode di una notevole risonanza in tutti i paesi dei 5 continenti. E non potevamo mancare di cogliere questa straordinaria opportunità.

Abbiamo avuto diverse possibilità per parlare della nostra attività:

  • durante il programma denominato “Il movimento esperantista si presenta”, al quale hanno partecipato 120 associazioni ed organizzazioni, abbiamo avuto la possibilità di presentare e spiegare il nostro progetto di parternariato ad un pubblico numerosissimo, che spontaneamente si è avvicinato al nostro tavolo equipaggiato con computer e materiale informativo;
  • durante un programma di una giornata molto importante denominato “Lunedì di istruzione e aggiornamento”: abbiamo avuto a disposizione un’ora e mezza per presentare al pubblico i progetti dell’UE utilizzabili da associazioni ed organizzazioni, e specificatamente il nostro progetto “Dal locale al globale, le nuove sfide per il volontariato”, cosa che abbiamo fatto anche con l’ausilio di immagini dei nostri seminari. Molte sono state le domande del pubblico presente, molto interessato alle nostre esperienze ed anche ai nuovi programmi UE per il periodo dal 2015 in avanti, per un’eventuale partecipazione;
  • nel corso della settimana, grazie al nostro progetto “Dal locale al globale,…), parecchi artisti delle organizzazioni partner hanno partecipato ai programmi musicali ed hanno tenuto dei concerti per quel numerosissimo pubblico: si sono particolarmente distinti il gruppo lituano Sepa & Asorti ed i cantanti-musicisti francesi JoMo, Platano, Vojaĝo, Maragan’  kaj Zhou-Mack. Tutti gli artisti hanno potuto partecipare grazie al sostegno del nostro progetto.
  • durante la cerimonia di chiusura del congresso è tradizione presentare un riassunto sul lavoro fatto durante la settimana: il rappresentante del Gruppo esperantista di Vercelli ha quindi avuto la possibilità di menzionare ancora una volta la nostra attività nel parternariato e raccomandare l’utilizzo delle possibilità offerte dai programmi UE;
  • durante tutta la settimana congressuale, in varie occasioni, su richiesta di molte persone abbiamo fornito informazioni e parlato delle nostre esperienze.

La partecipazione a questo congresso, con la possibilità di presentare ufficialmente il nostro progetto, è stata un successo e dal punto di vista dell’informazione e disseminazione dei risultati raggiunti assolutamente una grande opportunità che conferisce a questo traguardo un plusvalore notevole. Ne siamo fieri.

Clicca anche qui:

http://www.ipernity.com/blog/vinilkosmo/1078090
https://www.facebook.com/events/434244026749692/